160 anni di Storia

“C’è un vecchio edificio, lungo i viali di circonvallazione, ormai ristrutturato e destinato a sede di uffici e civili abitazioni, che per più di un secolo ha visto entrare e uscire giovani e giovanissimi con libri e cartelle: un tempo solo ragazzi in divisa, successivamente – con gli anni i costumi cambiano – anche ragazze, secondo mode diverse generazione dopo generazione. Ha visto insegnanti che vi sono rimasti per la loro intera carriera scolastica, altri solo qualche breve stagione; ed ha conosciuto differenti proprietari e direttori così come amministratori e bidelli.
Intorno ad esso una parte significativa della città è nata, è cresciuta, è cambiata.
È l’Istituto Convitto “Cavour”, uno dei più antichi di Firenze, che fino dal 1859, anno della sua fondazione, è stato un punto di riferimento fondamentale nel sistema scolastico cittadino, un istituto “storico” che ha educato ed istruito migliaia di giovani fiorentini e non, generando cultura in una città che ha alle spalle una storia certo difficile e tormentata, ma che per centinaia di anni della cultura è stata uno snodo ineludibile.”

Tratto dal libro “Cavour 150”, Paideia Edizioni, Firenze 2009
A cura di Stefania Bardi
Introduzione e prefazione di Francesco Amodei e Giuseppe Furferi

Il 160° Anniversario

Dopo 160 anni di attività, non è cambiato lo spirito con il quale l’istituto da sempre ha dato il “taglio” al suo progetto educativo, che attraverso gli anni, attraverso l’esperienza di due conflitti mondiali, attraverso regimi e ideologie contrastanti, si è caratterizzato prima di tutto per l’estrema apertura e per l’accoglienza nei confronti delle tipologie più differenti di utenza; per la professionalità dell’insegnamento; per la cura dell’ambiente educativo all’interno del quale i ragazzi compiono la loro esperienza scolastica; per la sensibilità verso i problemi che l’età adolescenziale e giovanile riverbera nella quotidianità dello studio; per la capacità infine di entrare in rapporto con le famiglie degli studenti stessi, impegnandosi costantemente a costruire percorsi formativi comuni che hanno per unico scopo la crescita in senso globale.


Mezzo secolo di esperienza

Nel 2018-19 Francesco Amodei e Giuseppe Furferi hanno celebrato il 50° Anniversario della loro professione di educatori con eventi e convegni, ma anche con la destinazione di 50 assegni di studio da assegnare a studenti iscritti ai corsi di preparazione agli esami di idoneità 2018/19. 50 anni di esperienza nell’educazione dei giovani.
E’ passato mezzo secolo dal lontano 1967 quando, l’anno dopo l’alluvione di Firenze, Francesco Amodei e Giuseppe Furferi, poco più che ventenni, si affacciarono al mondo della formazione.
Con il primo progetto “Padus” portarono a migliaia di piccoli allievi delle scuole elementari della Toscana e di tante altre regioni un metodo di apprendimento della lingua inglese, “Educare, istruire, divertendo”.
Poi, nel 1971, “scoprono” il corso di Assistente per Comunità Infantili) e per primi lo diffondono in franchising in tutta Italia, permettendo per decenni a una infinità di studenti di conseguire la maturità ACI.
Nel 1975 aprono in Borgo degli Albizi 10 la “mitica” ICON, la scuola che ha istruito migliaia di studenti fiorentini portandoli fino al diploma di maturità in tutti gli indirizzi di studio.
L’anno dopo, nel 1976, Amodei e Furferi aprono Palazzo Spinelli, ente riconosciuto dalla Regione Toscana nel 1980, ancora oggi una delle scuole di arte e restauro tra le più prestigiose al mondo (30.000 studenti diplomati e aggiornati, 15.000 opere d’arte restaurate gratuitamente).
Il successo di Palazzo Spinelli è immediato e consente di aprire scuole e filiali in più nazioni, contribuendo al consolidamento dell’immagine di Firenze come Capitale Mondiale del Restauro.
Ancora oggi centinaia di studenti sognano di frequentare i suoi Master  specialistici, la sua Università quinquennale “Flores”, mentre il suo Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze organizza convegni ed eventi di caratura scientifica internazionale.
Negli anni ’80 Amodei e Furferi acquisiscono e rilanciano gli Istituti Paritari Cavour e Pacinotti, due realtà importanti che si accompagnano a numerose iniziative formative in Italia e all’estero.
Un’esperienza riconosciuta e consolidata che si tramanda di padre in figlio al servizio delle famiglie fiorentine.