Istituto Pacinotti

L’Istituto Pacinotti nasce nel 1921 come istituto Tecnico per Ragionieri, Legalmente Riconosciuto dal 1959, è divenuto un costante punto di riferimento per la formazione di quadri amministrativi nel territorio fiorentino, trasformandosi poi in IGEA dal 1995.

 

E’ oggi una fra le istituzioni scolastiche laiche più antiche della Toscana e una delle più fortemente radicate nel territorio.

 

Dal 1992 all'Istituto tecnico per Ragionieri si è affiancato l'Istituto Tecnico per geometri e dal 2003 anche l’ITAS - dirigenti di comunità: questi due indirizzi non sono al momento attivi.

 

Dal 2000, gli Istituti Tecnici, già Legalmente Riconosciuti fin dal 1959, sono ammessi dal Ministero a far parte del sistema nazionale di istruzione come Istituti Paritari, operando insieme all’Istituto Cavour e formando così un gruppo scolastico di grande importanza.

 

Dal 2010 l'Istituto ha aderito alla riforma degli ordinamenti scolastici, adeguandosi costantemente alle istanze di una società dinamica.


I Percorsi Tecnici

I percorsi tecnici si caratterizzano per una solida base culturale di carattere scientifico e tecnologico e per limitato numero di indirizzi, correlati a settori fondamentali per lo sviluppo economico e produttivo del Paese, per far acquisire agli studenti i saperi e le competenze necessari per un rapido inserimento nel mondo del lavoro, per l’accesso all’università e all’istruzione e formazione tecnica superiore.

 

Gli istituti tecnici hanno la durata di cinque anni e sono suddivisi in due bienni e in un quinto anno che è finalizzato sia al conseguimento della maturità in previsione dell’iscrizione universitaria sia all’inserimento nella vita lavorativa.

Dopo il superamento dell’esame di Stato, gli studenti ottengono il diploma di maturità tecnica.

 

All’interno dell’orario settimanale viene dato maggiore spazio allo studio della lingua inglese e alle materie scientifiche.
È previsto, inoltre, lo sviluppo di metodologie innovative basate sull’uso del laboratorio a fini didattici ed un raccordo più stretto con il mondo del lavoro, grazie alla possibilità per gli studenti di effettuare stage, tirocini e alternanza scuola-lavoro.

 

Chi si iscrive agli istituti tecnici ha buone prospettive di trovare lavoro in tempi brevi, grazie ad un tipo di formazione spendibile nell’ambito delle professioni tecniche.