50 anni di esperienza nell’educazione dei giovani

E’ passato mezzo secolo dal lontano 1968 quando, due anni dopo l’alluvione di Firenze, Francesco Amodei e Giuseppe Furferi, poco più che ventenni, si affacciano al mondo della formazione.

Con il primo progetto “Padus” avvicinano migliaia di allievi delle scuole elementari della Toscana e di tante altre regioni a un metodo di apprendimento della lingua inglese per bambini, “Educare, istruire, divertendo”.

Poi, nel 1971, “scoprono” il corso di ACI (Assistente per Comunità Infantili) e per primi lo diffondono in franchising in tutta Italia, permettendo per decenni a una infinità di studenti di conseguire la maturità quinquennale, anche in un anno.

Nel 1975 aprono in Borgo degli Albizi 10 la “mitica” ICON, la scuola che per decenni ha istruito migliaia di studenti fiorentini portandoli fino al diploma di maturità in tutti gli indirizzi di studio. 

L’anno dopo, nel 1976, Francesco Amodei e Giuseppe Furferi aprono l’Istituto “Palazzo Spinelli”, primo ente riconosciuto dalla Regione Toscana nel 1980, ancora oggi una delle scuole di arte e restauro tra le più prestigiose al mondo (50.000 studenti diplomati, 18.000 opere d’arte restaurate gratuitamente solo a Firenze).

Il successo di “Palazzo Spinelli” è immediato e consente di aprire scuole e filiali in più nazioni, contribuendo al consolidamento dell’immagine di Firenze come Capitale Mondiale del Restauro. Ancora oggi tanti studenti sognano di frequentare i Corsi Specialistici e i Master oppure la sua Università quinquennale “Flores”, riconosciuta dal MIUR nel 2015. Tra le tante iniziative va ricordato il “Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze”, arrivato già alla VI Edizione, dove si  organizza convegni ed eventi di caratura scientifica internazionale.

Nei primi anni ’80 Francesco Amodei e Giuseppe Furferi acquisiscono e rilanciano varie scuole italiane, tra cui gli Istituti Paritari Cavour e Pacinotti di Firenze, due realtà educative che promuovono numerose iniziative formative e che, ancora oggi, sono considerate tra le dieci scuole più importanti di Firenze (Eduscopio 2017, Fondazione Agnelli). 

Oggi queste esperienze sono state fortunatamente tramandate dai padri ai figli che, forti dell’esperienza consolidata e supportati dalla giovane età e dalle nuove tecniche e tecnologie utilizzate, continuano a garantire la giusta attenzione delle scuole verso tutti gli studenti meritevoli, siano essi fiorentini o di altre città del mondo.